venerdì, marzo 30, 2007

Saggezza

Il giorno più bello? Oggi.

L'ostacolo più grande? La paura.

La cosa più facile? Sbagliarsi.

L'errore più grande? Rinunciare.

La radice di tutti i mali? L'egoismo.

La distrazione migliore? Il lavoro.

La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.

I migliori professionisti? I bambini.

Il primo bisogno? Comunicare.

La felicità più grande? Essere utili agli altri.

Il mistero più grande? La morte.

Il difetto peggiore? Il malumore.

La persona più pericolosa? Quella che mente.

Il sentimento più brutto? Il rancore.

Il regalo più bello? Il perdono.

Quello indispensabile? La famiglia.

La rotta migliore? La via giusta.

La sensazione più piacevole? La pace interiore.

L'accoglienza migliore? Il sorriso.

La miglior medicina? L'ottimismo.

La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.

La forza più grande? La fede.

Le persone più necessarie? I sacerdoti.

La cosa più bella del mondo? L'amore.

 

Madre Teresa di Calcutta

giovedì, marzo 29, 2007

Resistere al conformismo

Rinnovamento del cristianesimo: occorre impegnarsi per rivivere l'evento cristiano nell'umiltà, nella riscoperta personale e nel silenzio interiore, e resistere inoltre al conformismo imposto. Ciò è necessario per offrire nuovi modelli di vita ed essere capaci di critica e opposizione ai miti e agli interessi mondani dominanti.
David Maria Turoldo

mercoledì, marzo 28, 2007

La preghiera

Non pregare per avere vita facile, prega per essere forte. Non pregare perché il tuo compito sia pari alle tue forze, prega perché le tue forze siano pari al tuo compito. Allora l'opera tua non sarà un miracolo ma tu stesso sarai un miracolo. E ogni giorno ti meraviglierai di te stesso e della grande energia che è entrata in te.   S.Emilio

martedì, marzo 27, 2007

Compromesso

Per molti giovani significa opportunismo, disonestà, scarsa trasparenza. Per me è sinonimo di vita: vuol dire riuscire a stare insieme, coesistere anche a denti stretti. Non è concedere tutto, ma incontrarsi a metà strada. Il suo opposto è fanatismo e morte. È cruciale in famiglia e nella politica.   Amos Oz

La tenerezza

La tenerezza è un'amaca che ci regge e ci offre un modo per ripartire e rilanciarci sul viale della vita.Ci permette di affrontare le nuove difficoltà con uno sguardo più profondo, che va all'essenza delle cose e non si ferma all'apparenza.
Giuliana Martirani
 

La strada che porta alla gioia

Mi sembra di intravedere in molti ragazzi e giovani uno smarrimento verso il futuro, come se nessuno avesse mai detto loro che la loro vita non è un caso o un rischio, ma è una Vocazione....Il discorso sulla vocazione è per suggerire la strada che porta alla gioia, poiché questo è il progetto di Dio su ciascuno: che sia felice...
La purificazione dalla paura del futuro è urgente per introdurre alla gioia della definitività. Una vita si compie quando si definisce in una dedizione: la scelta definitiva deve essere considerata come la via della pace, come l'ingresso nell'età adulta e nelle sue responsabilità.
Siano benedetti quei genitori che con la feeltà del loro volersi bene insegnano che la definitività è una grazia e non un pericolo da temere, nè una limitazione della libertà da ritardare il più possibile.
Pericolosa e fonte di inquietudine è invece la precarietà, la provvisorietà, lo smarrimento che lasciano un giovane parcheggiato nella vita, incerto sulla sua identità e spaventato del suo futuro .     Carlo Maria Martini

Il giudizio

Perché ogni giorno istituisci un tribunale e costringi il tuo prossimo a sfilare davanti ad esso uno per volta? Perché ti vedo sempre seduto al posto del giudice e mai nella gabbia dell'imputato?
F.X.Nguyen Van Thuan

Diversità

Dio ha creato le diversità, non i confini.
Le diversità uniscono perché si legano e armonizzano, i confini separano...
Costruire pazientemente legami, collegamenti e scambi...
Che Dio crei legami di comunione e susciti persone di comunione.
don Andrea Santoro (ucciso in Turchia il 5 febbraio 2006)
 

martedì, marzo 20, 2007

Servire i poveri

Quando tralascerete la preghiera per il servizio dei poveri non perderete nulla, poiché servire i poveri significa andare a trovare Dio.       Vincenzo de Paoli

lunedì, marzo 19, 2007

Il digiuno

Il digiuno esercita la duplice funzione di farci scoprire qual'è la nostra fame e di regolare i nostri desideri attorno a ciò che è veramente centrale. Enzo Bianchi

venerdì, marzo 16, 2007

Credo in Dio e negli uomini

Credo in Dio e negli uomini e oso dirlo senza falso pudore. La vita è difficile ma non è grave: dobbiamo cominciare a prendere sul serio il nostro lato serio, il resto verrà da sé. Una pace futura potrà essere veramente tale solo se prima sarà stata trovata da ognuno in se stesso; se ogni uomo si sarà liberato dall'odio contro il prossimo, di qualunque razza o popolo; se avrà superato quest'odio e l'avrà trasformato in qualcosa di diverso, forse alla lunga in amore, se non è chiedere troppo. È l'unica soluzione possibile. È quel pezzettino d'eternità che ci portiamo dentro. Sono una persona felice e lodo questa vita, nell'anno del Signore 1942, l'ennesimo anno di guerra.     Etty Hillesum

giovedì, marzo 15, 2007

La rivoluzione

"Che fare? La rivoluzione.

Dove? In se stessi.

Come? Con la carità!"

Raoul Follerau

La Pace parte da noi

"Non dimentichiamo mai che il vero cantiere della pace e della guerra siamo noi nel piccolo ambito dei nostri rapporti quotidiani. Noi, come membri della specie umana, non siamo in condizione di continuare il nostro percorso storico se non confrontandoci con la presenza dell'Altro come tale".       Ernesto Balducci

martedì, marzo 13, 2007

La Giustizia fraterna

"Ho un solo alleato: la Giustizia fraterna quale il Vangelo la presenta: ciò significa: lavoro per chi ne manca, casa per chi ne è privo, assistenza per chi ne necessita, libertà spirituale e politica per tutti…".               Giorgio La Pira

lunedì, marzo 12, 2007

Andare più in là

Quale futuro si offre a chi non viene mai provocato ad andare più in là del calcolo umano, apparentemente prudente, in realtà pauroso? O che fa le scelte solo in base alle sue attitudini (e relativi test attitudinali), o in base ai gusti soggettivi o alle pressioni sociali o alle tendenze della cultura o addirittura del mercato? È importante, allora, capire quanta miseria ci sia in una vita che s'abbandona al calcolo e non alla speranza; o che si preoccupa di difendersi invece di espandersi; che s'accontenta di ripetersi invece di scoprire le enormi risorse che possiede.                     Amedeo Cencini – "Se vuoi", 1/2007

venerdì, marzo 09, 2007

Non ne sapete un bel nulla

Incomprensibile che Dio esista e incomprensibile che non esista; che l'anima sia con il corpo e che noi non abbiamo anima; che il mondo sia creato e che non sia tale; che il peccato originale sia e che non sia.
Se c'è un Dio, è infinitamente incomprensibile, perché, non avendo né parti né limiti, non ha nessun rapporto con noi. [...] "Dio esiste o no?" Ma da qual parte inclineremo? La ragione qui non può determinare nulla: c'è di mezzo un caos infinito. All'estremità di quella distanza infinita si gioca un gioco in cui uscirà testa o croce. Su quale dei due puntare? Secondo ragione, non potete puntare né sull'una né sull'altra; e nemmeno escludere nessuna delle due. Non accusate, dunque, di errore chi abbia scelto, perché non ne sapete un bel nulla.

Blaise Pascal, Pensieri

Prega

Prega perché la tua solitudine ti spinga a cercare qualcosa per cui vale la pena vivere, e grande abbastanza in nome del quale morire.

Dag Hammarskjöld

mercoledì, marzo 07, 2007

Un nemico che lusinga

"Noi non abbiamo più un imperatore anticristiano che ci perseguita, ma dobbiamo lottare contro un persecutore ancora più insidioso, un nemico che lusinga, non ci flagella la schiena, ma ci accarezza il ventre; non ci confisca i beni, ma ci arricchisce per darci la morte; non ci spinge verso la libertà mettendoci in carcere, ma verso la schiavitù invitandoci e onorandoci nel palazzo;

non ci colpisce il corpo, ma prende possesso del cuore; non ci taglia la testa con la spada, ma ci uccide l'anima con il denaro"

Ilario di Poitiers, V sec. d. C.

martedì, marzo 06, 2007

Il cristianesimo è Cristo

Fratelli, come vorrei incidere nel cuore di ognuno questa grande idea: il cristianesimo non è un insieme di verità da credere, di leggi da osservare, di proibizioni. Così sarebbe molto ripugnante. Il cristianesimo è una persona, che mi ha amato tanto, che reclama il mio amore. Il cristianesimo è Cristo.          Oscar Romero

lunedì, marzo 05, 2007

venerdì, marzo 02, 2007

Considero valore

Considero valore ogni forma di vita,
la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finché dura il pasto,
un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si e' risparmiato,
due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente,
e quello che oggi vale ancora poco.
Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua,
riparare un paio di scarpe,
tacere in tempo,
accorrere a un grido,
chiedere permesso prima di sedersi,
provare gratitudine senza ricordarsi di che.
Considero valore sapere in una stanza dov'e' il nord,
qual'è il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo,
la clausura della monaca,
la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.
Considero valore l'uso del verbo amare
e l'ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto.
 
Erri de Luca, "Opera sull'acqua e altre poesie", Einaudi (2002)

giovedì, marzo 01, 2007

La civiltà

La civiltà vera non consiste nella moltiplicazione, ma nella volontaria restrizione dei bisogni.
Gandhi