giovedì, dicembre 31, 2015

Filastrocca di capodanno

La filastrocca di Capodanno

fammi gli auguri per tutto l'anno:

 

Voglio un gennaio col sole d'aprile,

un luglio fresco, un marzo gentile,

 

Voglio un giorno senza sera,

voglio un mare senza bufera,

 

voglio un pane sempre fresco,

e sul cipresso il fiore del pesco,

 

che siano amici il gatto e il cane,

che diano latte tutte le fontane.

 

Se voglio troppo, non darmi niente,

dammi una faccia allegra solamente.

 

Gianni Rodari

mercoledì, dicembre 30, 2015

Anno nuovo

Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l'anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell'anno nuovo:
per il resto anche quest'anno
sarà come gli uomini lo faranno.

 

Gianni Rodari

martedì, dicembre 29, 2015

Idee

Di idee ne aveva poche; ma a quelle poche era molto affezionata. Tra le poche, ce n'era per disgrazia molte delle storte; e non erano quelle che le fossero meno care. Manzoni a proposito di donna Prassede


lunedì, dicembre 28, 2015

Prendersi cura

Gesù incontrò un uomo e gli chiese: «Che cosa stai facendo?». «Mi dedico a Dio», rispose l'uomo. Gesù gli chiese: «Chi si prende cura di te?». «Mio fratello», rispose l'uomo. Gesù disse: «Il tuo fratello è più devoto a Dio di te». Parabola islamica (Citata da Gianfranco Ravasi nel "Mattutino", Avvenire del 24/3/2004)


domenica, dicembre 27, 2015

La vite e l'olmo

Lodiamo pure i giovani, esaltiamo l'adolescenza, adoriamo estatici la puerizia. Ma ricordiamoci anche che gli uomini i quali hanno rinnovato il mondo sono sempre usciti da scuole dove i capricci e gli impeti della giovinezza erano corretti e frenati e dove i ragazzi si davano per modello gli uomini e le loro più stabili e provate virtù. La vite s'è sempre appoggiata all'olmo, non l'olmo alla vite. Ugo Ojetti (1871-1946)


venerdì, dicembre 25, 2015

Natale

Per il Figlio

Natale è

abbandonare il Padre

e abbandonarsi ai fratelli

che hanno abbandonato il Padre

perché nessuno si senta abbandonato.

Silvano Fausti             

giovedì, dicembre 24, 2015

Sotto il mantello

Travestiti da pastori

o scorta volontaria dei re magi

andiamo a Betlemme cianciando

di grazia d'amore di pace,

comunque nascondendo

sotto il mantello per ogni evenienza

un kalaschnikov ben oliato.

"Natale 1987", Giovanni Angelo Abbo (1911-1994), "Parole dipinte" (Libreria Leoniana 1989)


mercoledì, dicembre 23, 2015

Natale

La mia idea sul Natale, antica o moderna che sia, è molto semplice: amare gli altri. Pensateci un attimo, perché dobbiamo aspettare il Natale per iniziare a farlo?

Bob Hope

 

Filastrocca di Natale

Un abete speciale

Quest'anno mi voglio fare

un albero di Natale

di tipo speciale,

ma bello veramente.

Non lo farò in tinello,

lo farò nella mente,

con centomila rami

e un miliardo di lampadine,

e tutti i doni

che non stanno nelle vetrine.

Un raggio di sole

per il passero che trema,

un ciuffo di viole

per il prato gelato,

un aumento di pensione

per il vecchio pensionato.

E poi giochi,

giocattoli, balocchi

quanti ne puoi contare

a spalancare gli occhi:

un milione, cento milioni

di bellissimi doni

per quei bambini

che non ebbero mai

un regalo di Natale,

e per loro ogni giorno

all'altro è uguale,

e non è mai festa.

Perché se un bimbo

resta senza niente,

anche uno solo, piccolo,

che piangere non si sente,

Natale è tutto sbagliato.

 Gianni Rodari

 

 


martedì, dicembre 22, 2015

Aspettando Dio

Penso al teologo che non aspetta perché possiede Dio chiuso in un edificio dottrinale.

Penso all'uomo di Chiesa che non aspetta Dio perché lo possiede racchiuso in un'istituzione.

Penso al credente che non aspetta Dio perché lo possiede rinchiuso nella propria esperienza.

Non è facile sopportare questo non possedere Dio, questo aspettare Dio.

Paul Tillich (1886-1965)


venerdì, dicembre 18, 2015

Angina pectoris

Se qui c'è la metà del mio cuore, dottore,

l'altra metà sta in Cina

nella lunga marcia verso il Fiume Giallo.

E poi ogni mattina, dottore,

ogni mattina all'alba

il mio cuore lo fucilano in Grecia.

E poi, quando i prigionieri cadono nel sonno

quando gli ultimi passi si allontanano

dall'infermeria

il mio cuore se ne va, dottore,

se ne va in una vecchia casa di legno, a Istanbul.

E poi sono dieci anni, dottore,

che non ho niente in mano da offrire al mio popolo

niente altro che una mela

una mela rossa, il mio cuore.

È per tutto questo, dottore,

e non per l'arteriosclérosi, per la nicotina, per la prigione,

che ho quest'angina pectoris.

Guardo la notte attraverso le sbarre

e malgrado tutti questi muri

che mi pesano sul petto

il mio cuore batte con la stella più lontana.

 

Nazim Hikmet, "Angina pectoris"- Poesie sulla morte, 1948

giovedì, dicembre 17, 2015

Disuguaglianze

È chiaramente contro la legge di natura, in qualsiasi modo la si definisca, che un fanciullo comandi a un vecchio, un imbecille guidi un saggio e che un pugno di uomini nuoti nel superfluo, mentre la moltitudine affamata manca del necessario. 

Jean Jacques Rousseau


mercoledì, dicembre 16, 2015

martedì, dicembre 15, 2015

Bambini

I bambini con gli occhi parlano parole adulte.

Sguardi incrociati per annuire il silenzio,

è una lunga attesa,

ancora ricca di speranza,

speranza che non vogliamo spegnere.  

Ada Roggio

 

 

lunedì, dicembre 14, 2015

Semina

Non vi fate illusioni; non ci si può prendere gioco di Dio. Ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato. San Paolo


giovedì, dicembre 10, 2015

Bambini

I bambini partecipano sempre, per istinto mimetico, al nervosismo di chi sta con loro; e in particolare avvertono sempre ogni turbamento o ogni sovversione imminente, di qualunque genere, nella situazione familiare

Nathaniel Hawthorne


mercoledì, dicembre 09, 2015

Idea unica

Nulla è più pericoloso di un'idea, quando è l'unica che abbiamo.

 Alain (1868-1951), "Il sistema delle belle arti" (1920)


lunedì, dicembre 07, 2015

venerdì, dicembre 04, 2015

Giovane e vecchio

Sono giovane come la mia speranza,

vecchio come il mio scoraggiamento.

Sono giovane come la mia fede,

vecchio come il mio dubbio.

Sono giovane come le mie aspirazioni,

vecchio come le mie lagne.

Sono giovane come il mio sorriso,

vecchio come il mio broncio.

Sono giovane come le mie conquiste,

vecchio come le mie abitudini.

Sono giovane come il mio amore,

vecchio come il mio rancore.

Sono giovane come la mia dolcezza,

vecchio come la mia durezza.

Sono giovane come la mia gioia,

vecchio come la mia noia.

Maurizio Giordano, "Il Senso della Vita - attingere alla Sorgente della felicità" di padre Gianni Santopietro (ed. Missionari OMI) 


 

giovedì, dicembre 03, 2015

Il peccato prediletto

E il Demonio sorrise, perché il suo peccato prediletto

è l'orgoglio che scimmiotta l'umiltà.

Ephraim Kishon

 

mercoledì, dicembre 02, 2015

Laici

Voglio un laicato non arrogante, non precipitoso nei discorsi, non polemico, ma uomini che conoscono la propria religione, che sanno cosa credono e cosa non credono, che conoscono così bene la storia da poterla difendere. John Henry Newman


martedì, dicembre 01, 2015

Amare

La mia vita ha conosciuto tanti e poi tanti pericoli, ho rischiato la morte tante e poi tante volte. Sono stata per anni nel mezzo della guerra. Ho sperimentato nella carne dei miei, di quelli che amavo, e dunque nella mia carne, la cattiveria dell'uomo, la sua perversità, la sua crudeltà, la sua iniquità. E ne sono uscita con una convinzione incrollabile che ciò che conta è solo amare.

Annalena Tonelli