lunedì, aprile 23, 2018

Educazione e fede

Ogni fase della vita richiede un approccio diverso alla fede. Quando i figli sono piccoli il compito educativo è dei genitori. Quando crescono tocca agli educatori, serve gente alla don Milani. Quando siamo adulti tocca a noi non dare la fede per scontata perché in ciascuno in di noi c'è un credente e un non credente: parola di Carlo Maria Martini.   Rivista dei Gruppi Famiglia, n. 96, dicembre 2017

mercoledì, aprile 18, 2018

Il Signore abita in cucina

È in cucina, in quel luogo che ci ricorda il nostro corpo, il bisogno del cibo, la lotta per la sopravvivenza, il gusto di cose buone, i nostri piccoli piaceri, e poi la trasformazione dei doni della terra e del sole, è lì che abita il Signore. José Tolentino Mendonga, citato da Ermes Ronchi, Messaggero di Sant'Antonio, gennaio 2018.

lunedì, aprile 16, 2018

Grammatica linguistica

Il popolo comincia a corrompersi quando si corrompe la sua grammatica linguistica. Octavio Paz, premio Nobel per la letteratura 1990

venerdì, aprile 13, 2018

Nauseabondo senso di impotenza

Aprite il vostro giornale - qualsiasi giorno della settimana - e troverete il resoconto da qualche parte nel mondo di qualcuno che è stato imprigionato, torturato o giustiziato perché le sue opinioni o la sua religione erano inaccettabili per il suo governo. Il lettore del quotidiano si sente un nauseabondo senso di impotenza. Se questo senso di disgusto in tutto il mondo potesse unirsi in una comune azione, qualcosa di efficace potrebbe venire fatto.  Peter Benenson

 

giovedì, aprile 12, 2018

Cervello analogico - cervello digitale

Il tema dell'umano penso sia rintracciabile nella possibilità che abbiamo di fare incontri autentici e nella ricostruzione delle relazioni. L'irriducibile bisogno che abbiamo di incontri autentici non sarà soppresso dal passaggio dal cervello 'analogico' a quello 'digitale'. Anzi, questa sarà la consegna che noi generazione 'analogica' presto estinta faremo al mondo 'digitale'Tonino Cantelmi, professore di Cyberpsicologia all'Università Europea di Roma

mercoledì, aprile 11, 2018

Fraternità

Io credo che tra i grandi ideali della rivoluzione francese - libertà, uguaglianza, fraternità - la fraternità sia la più importante. Abbiamo avuto l'estremismo della libertà con il capitalismo selvaggio; l'estremismo dell'uguaglianza con il socialismo concreto; adesso il cristiano dovrebbe essere l'apostolo della fraternità. Luigi Bettazzi, "Il Concilio liberato"

martedì, aprile 10, 2018

Chi ferisce è misericordioso, chi risparmia è crudele.

Vi pongo un esempio dinanzi agli occhi. Il padre anche quando ferisce ama. E non vuole che il figlio perisca. Non bada al suo sentimento paterno, pensa a ciò che è utile al figlio. Perché è padre, perché prepara l'erede, perché educa il suo successore. Ecco: colpendo, il padre si mostra buono, colpendo si mostra misericordioso. Mi sembra che tale concetto sia stato di gran lunga abusato proprio da noi cristiani. Se il figlio, che è inesperto e non viene corretto, vive in maniera da perire, e se il padre fa finta di niente, se il padre lascia correre, se il padre teme di urtare il figlio traviato con la severità della correzione, risparmiandolo non si mostra crudele? Il problema, allora, non è chi sono io per dire qualcosa all'altro, ma prendersi la responsabilità e la libertà dell'amore. E anche accettarla per sé! Solo l'amore ci libera dalla paura e ci fa trovare le parole che possono toccare il cuore. Agostino d'Ippona, discorso 13