martedì, novembre 13, 2018

In te

Ricordati, quindi, di rientrare in te: non dico sempre, non dico spesso, ma, almeno, qualche volta. San Bernardo, Considerazioni 1

lunedì, novembre 12, 2018

Il cammino

Il cammino non lo sai

L'orizzonte tu lo vedi

La risposta è dove vai

Le domande sono i piedi

Bruno Tognolini


venerdì, novembre 09, 2018

Errori

Gli errori sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli: per esempio, la torre di Pisa. Gianni Rodari


giovedì, novembre 08, 2018

Oso credere

Non credo che ogni sofferenza sia vana. Non credo che il sogno degli uomini resterà un sogno e che la morte sarà la fine. Oso credere invece, sempre e nonostante tutto, all'uomo nuovo. Dorothee Soelle

 

martedì, novembre 06, 2018

Accumuli di parole

Io detesto gli accumuli di parole, in fondo ce ne vogliono così poche per dire quelle quattro cose che veramente contano nella vita. Etty Hillesum



domenica, novembre 04, 2018

Sporcarsi le mani

"Sporcarsi le mani".  "Avere le mani sporche". Due espressioni che usano le stesse parole per esprimere constatazioni e giudizi opposti. Si sporca le mani chi "non se ne lava le mani", colui che si interessa fino a lasciarsi coinvolgere e se necessario a pagare di persona, anche quando si tratta di interessi che non lo toccano direttamente. Ma esiste qualcosa di bene o di male che non possa interessare tutti ed ognuno?  Al contrario chi ha le mani sporche è colui che ha messo sé stesso non accanto agli altri, ma sopra gli altri o addirittura contro gli altri. 

Diceva don Lorenzo Milani che non merita lode chi ha le mani pulite solo perché le ha sempre tenute in tasca. Chi "mette le mani in pasta" potrà anche sporcarsele senza, però, "avere le mani sporche"! Fra' Angelo